Logo di Utifar
05 dicembre 2023
di Paolo Levantino
Rif. rivista N6 NUOVO COLLEGAMENTO 2023
A GONFIE VELE!
Intervista a Luca e Barbara Spagnolo, due giovani farmacisti galenisti

Come ricorderete nei precedenti articoli, ho avuto l’onore di intervistare due colleghi e amici Luca e Barbara Spagnolo, due giovani farmacisti con la passione per la galenica che hanno avviato nel 2019 l’azienda Officina Speziale, dedita alla ricerca, sviluppo e produzione di integratori alimentari. Torno ad intervistarli nuovamente per farci raccontare le ultime novità e i diversi premi e attesti che hanno premiato il loro lavoro e la loro passione.
Questo è stato un anno veramente irripetibile per gli attestati di stima ed i premi ricevuti. Abbiamo iniziato con il premio giovane farmacista dell’anno in occasione di Cosmofarma per continuare poi con il premio “Osvaldo Moltedo” alle giovani promesse del campo farmaceutico. Tali premi sono stati ottenuti grazie al lavoro scientifico svolto in collaborazione con un ASL territoriale sul progetto ReQupero, uno studio che ha portato alla commercializzazione dell’integratore, utile per la stanchezza cronica e non solo e questo ha dato valore ulteriore alla nostra professione nell’ottica di collaborazione tra sanità pubblica e farmacista territoriale. 
La nostra bacheca dei premi si è poi arricchita ulteriormente con il premio “Farmaffari” durante PharmaExpo per una delle quattro pubblicità più influenti in Italia nel mondo integratori alimentari, un ulteriore traguardo e conferma dell’ eticità del nostro lavoro. 
Non ultimo siamo stati convocati per una premiazione locale, e riceveremo il premio “Fiducia Adoc (associazione nazionale difesa e orientamento consumatori) della città di Taranto” come riconoscimento per esserci distinti per l’impegno a favore della comunità.

Realizzerete altri studi sull’integratore ReQupero?
Si certamente!! 
ReQupero non si limita solo alla stanchezza cronica, abbiamo deciso di proseguire nello sviluppo, con ASL territoriali ed Università, di ulteriori studi clinici volti soprattutto al 
recupero funzionale e cognitivo del paziente fibromialgico e/o con deficit cognitivo assimilabile ad una fase di demenza senile precoce o ancora non conclamata ma che inizia a presentare le prime avvisaglie sintomatologiche e cliniche. Questa scelta è stata effettuata dopo aver visto i risultati, non misurati ma riportati direttamente sui nostri pazienti del territorio, che presentavano una sintomatologia simile a quella descritta in precedenza e che dopo l’utilizzo di ReQupero hanno avuto dei benefici clinici riportati da loro e dalle famiglie.

Quali corsi di galenica consigliate ai giovani farmacisti che si vogliono apprestare a questo mondo? 
Reputiamo che la formazione costante sia l’elemento caratterizzante del farmacista, che come noto è tra i sanitari più apprezzati e consultati dai pazienti in Italia. 
Grazie alla formazione ed alla voglia di specializzarsi, noi siamo riusciti ad avviare la nostra attività come laboratorio di ricerca, sviluppo e produzione di integratori alimentari, per questo credo che per i colleghi che abbiano la curiosità e la voglia di specializzarsi sia fondamentale partecipare ad un corso di formazione come quello organizzato da Utifar o da Sifap. 
In questi corsi si ha modo di imparare non solo le tecniche di preparazione, ma anche di conoscere personalmente dei colleghi esperti che a seconda della loro disponibilità possono diventare dei veri e propri punti di riferimento nel momento del bisogno!

La vostra start up è in via di espansione e questo mostra come l’impegno, lo studio, la passione portino sempre a dei bei risultati. 
Che messaggio volete lasciare ai colleghi? 
Abbiamo iniziato in un momento difficilissimo perché coinciso con l’inizio della pandemia, ma nonostante questo abbiamo perseverato nel nostro progetto e siamo andati avanti con dedizione e impegno costante. I consigli che vogliamo trasmettere sono due, il primo è quello di individuare una nicchia precisa su cui lavorare e specializzarsi in quello. 
Dare valore, identificare e creare una propria brand identity da portare avanti nella propria formazione e nella farmacia dove si lavora sia essa a conduzione familiare o meno. Il secondo consiglio che ci sentiamo di dare ai colleghi è il seguente: non importa il grado di preparazione iniziale o le capacità personali, per riuscire nelle cose, ciò che importa veramente è crederci e perseverare e questo ce lo ripetiamo costantemente, soprattutto nei tanti giorni difficili che un giovane imprenditore deve affrontare.

“Sulle parole di Steve Jobs vi auguriamo di pensare diversamente e di perseverare nella condivisione delle vostre idee, nel brain storming collettivo. Il farmacista e la sua vision sono sempre il valore aggiunto ad ogni punto vendita che lo circonda ed alla comunità che si fida di lui”.

Voden - Interno
medybox
aboca interno
Registrati alla nostra Newsletter
Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime novità e aggiornamenti dal nostro team.

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri