Logo di Utifar

Utifar

IL RUOLO DELLE FARMACIE NELLA PREVENZIONE PRIMARIA DELLE PATOLOGIE CARDIO VASCOLARI E DEL DIABETE LEGATE ALLA PARODONTITE

15 aprile 2024
di Marzio Todisco
Rif. rivista N3 2024 Nuovo Collegamento
IL RUOLO  DELLE FARMACIE  NELLA PREVENZIONE PRIMARIA  DELLE PATOLOGIE CARDIO VASCOLARI E DEL DIABETE LEGATE ALLA PARODONTITE
La correlazione delle tre malattie croniche infiammatorie è accertata da oltre 20 anni di ricerche e dalla pubblicazione di oltre 5000 report e articoli di letteratura scientifica. La farmacia può avere un ruolo preventivo molto importante.

Alcune patologie cardiovascolari, il diabete e la parodontite sono malattie definite non comunicabili legate tra loro dalla comunanza di alcuni aspetti. Anzitutto, esse si alimentano reciprocamente e si aggravano attraverso una diffusa infiammazione sistemica. In secondo luogo, si tratta di patologie che evolvono in assenza di sintomi se non quando, nelle fasi avanzate, iniziano a dare qualche segnale (più o meno grave) della loro presenza. Per ultimo, queste tre patologie condividono praticamente tutti i fattori di rischio cosiddetti modificabili. Vediamo nel dettaglio questi legami tra tre disturbi che troppo spesso vengono considerati indipendenti tra loro.

Infiammazione sistemica
Il primo elemento da prendere in considerazione è che la presenza simultanea di queste malattie aggrava recipricamente il loro decorso, avendo tutte in comune tra loro una spiccata reazione infiammatoria. 
Nelle patologie atero-cardio-vascolari, sia la formazione dell’ateroma, sia la rottura della placca sono infatti “gestite” dai livelli di infiammazione sistemica che rivestono un ruolo determinante nella patofisiologia dell’aterosclerosi nei soggetti con ipercolesterolemia (in particolare LDL). 
Nel diabete, gli elevati livelli di infiammazione sistemica conducono ad un’insulino resistenza che condiziona iperglicemie croniche e difficili da controllare. 
La malattia parodontale produce frequenti batteriemie che, drenando batteri patogeni nel circolo sanguigno, aumentano i livelli di infiammazione sistemica.

Assenza di sintomi
La definizione di malattia cronica infiammatoria non-comunicabile racchiude il concetto della loro asintomaticità. 
Le patologie atero-cardio-vascolari iniziano a dare sintomi quando la malattia ha creato negli anni danni al sistema vascolare o cardiaco. Si pensi, per esempio, agli eventi acuti come l’infarto del miocardio o l’ictus ischemico (prime cause di morte in Italia, in Europa e nel mondo) che sopraggiungono dopo che per anni il paziente ha subito processi di atero-sclerosi misconosciuti. Anche un gravissimo fattore di rischio come l’ipertensione è spesso presente senza che il paziente ne sia a conoscenza. 
Diabete o iperglicemie croniche (quasi sempre associate alla malattia Parodontale) vengono scoperte di frequente o nel corso di esami di routine o per le complicanze cardiovascolari che sono tra le più frequenti complicanze diabetiche.
Nella parodontite il paziente riferisce sintomi solo nelle fasi molto avanzate e irreversibili della malattia che sostiene livelli di infiammazione generale molto elevati peggiorando il quadro delle malattie cardiovascolari e del diabete.

Fattori di rischio
Tutte le patologie di cui stiamo parlando condividono gli stessi fattori di rischio: ipertensione, sedentarietà, dieta inadeguata, ipercolesterolemia, fumo, consumo di alcol, aumento di peso corporeo. 

La malattia parodontale risulta essere un grave fattore di rischio indipendente per l’aumentata probabilità (il doppio delle probabilità) che eventi acuti come ictus e infarto possano manifestarsi rispetto a pazienti senza parodontite.

Nello scenario appena descritto il ruolo delle farmacie come sedi di screening in cui i pazienti possano testare rapidamente pressione arteriosa – colesterolemia – glicemia, diviene fondamentale al fine di avere un primo quadro dei livelli di rischio del paziente da accertare eventualmente con esami e visite più specifiche (cardiologica, diabetologica e odontoiatrica/parodontale).

voden vxell 2
medybox
aboca interno
Registrati alla nostra Newsletter
Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime novità e aggiornamenti dal nostro team.

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli?2/2

Inserire massimo 200 caratteri